Salta al contenuto principale

Teramo. Il Grande Imbarazzo nell'avere un sindaco che inaugura una sconfitta...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Che cos'è la Nastrite?
Non è la patologia bulimica di chi si ciba solamente con le nastrine del mulino bianco ma è  l'infiammazione che colpisce un Amministratore non abituato al taglio dei nastri.
L'Inaugurante nastrinico è l'altro lato di un Primo Cittadino che è riuscito a fare conferenze stampa sulla mancata inaugurazione della Cittadella della Ricostruzione; sulla mancata apertura del cantiere di Teramo Città; sull'assenza di cantieri nelle scuole per la resistenza sismica; sul caos asfalti; caos manutenzione; caso rapporti con i sindacati; caos sul rapporto con il personale; caos sulla intercettazione di bandi; caos sui parcheggi; caos sulla prevenzione idrogeologica; caos sul Pef; caos censura della stampa; caos comunicativo per delle conferenze stampa patologiche e autolesioniste.
Come si fa a indire una comunicazione sulla classifica della Qualità della Vita 2021 https://www.italiaoggi.it/news/qualita-della-vita-2021-parma-scala-la-vetta-2540969dove la Città di Teramo perde ben tre posizioni?
60esimi su 107 capoluoghi di provincia.
La vicina Ascoli Piceno è 27esima. 
Una vergogna eppure per il sindaco D'Alberto che ancora crede in una candidatura a presidente della Regione per illusione Legniniana prova a mistificare in una grande vittoria.
La nostra solidarietà ai numeri primi, al numero aureo, alle successioni di successioni di numeri naturali, a quel Fibonacci che non meritava un simile teatro dell'assurdo.
Teramo perde tre posizioni per il sindaco D'Alberto è una sonora vittoria.
In fondo dal nostro tunnel poteva andare peggio visto la gestione amministrativa.
Ha ragione il sindaco D'Alberto e la sua Giunta.
Sono una squadra "fortissimi". 


 

Commenta

Commenti

Davvero Legnini......?
Imbarazzante.

Le inaugurazioni tarocche dell'attuale Amministrazione Comunale sono un peccato veniale rispetto ai non meriti professati dalla giunta Brucchi com fasti e dichiarazioni attribuendosi opere finanziate e realizzate da altri, ad esempio vedi quanto accaduto per il lotto zero e la bretella di collegamento a Via De Gasperi tanto per citarne alcune......quindi....! ( mi raccomando non cestinarla come tuo solito, la difesa della pluralità di pensiero e sinonimo di vera democrazia)

Massimo detto Il Pragmatico, su Brucchi ho scritto cose che avrei meritato il posto di Cavallari e D Alberto che ora si candidano alla peggiore imitazione.

Giochiamo?

Provi a scrivere gallettaro su google e vada a immagini 

Ricordo con piacere, quasi con commozione l’inaugurazione del famigerato “Lotto Zero” (zero come le capacità amministrative di chi ha impiegato una vita a realizzarlo), con tanto di Tricolore sventolato su un’auto decappottabile; anche quella di Ponte San Francesco, dove fu effettuata una manutenzione ma visto che ci si trovavano pensarono bene di bloccare il traffico per il taglio del nastro, cosa non si fa per un minimo di visibilità. Che bel periodo! Ah, e “Teramo 2020”? Quella si che fu una bella iniziativa, un successo incredibile; e Corso San Giorgio? Che spettacolo, quando si dice il salotto
buono della città!
Sono fatti così, ci si può fare poco.

Ti rraggiò...nghe brucche terme stave prime nglassifeche...pe li cazzate...nde chisse che dice tu.

Che tristezza!

Non sono legata a colori politici ma solo alla mia città e, purtroppo, oggi abbiamo la peggiore amministrazione di sempre... Incompetenza e presunzione.

Beato lui che ci crede e soprattutto è convinto.