Salta al contenuto principale

Giulianova. Manifestazione di anarchici. 7 denunciati per presunta resistenza a pubblico ufficiale aggravata...

di Giancarlo Falconi
2 minuti

In data 29.12.2022 in Giulianova (TE) Piazza Fosse Ardeatine, si è svolto, organizzato da esponenti
anarchici locali, un presidio in solidarietà ad Alfredo COSPITO, militante anarco - insurrezionalista
attualmente detenuto nel carcere di Sassari in regime detentivo di 41 Bis dell'ordinamento
penitenziario.

Al termine del presidio, a cui hanno partecipato circa 60 appartenenti o comunque simpatizzanti
della locale area anarchica o delle limitrofe province, oltre che alcuni ultras del Giulianova Calcio,
circa 40 persone di quelle presenti in piazza, in maniera del tutto repentina, senza che fossero state
autorizzate, hanno invaso via Nazario Sauro per dar vita ad un corteo lungo alcune vie del centro
cittadino, fino a raggiungere Via Thaon di Revel.

Qui personale in servizio di ordine pubblico, con lo scopo di non far raggiungere al corteo la Strada
Statale Adriatica SS 16. a quell'ora molto trafficata anche in considerazione del periodo festivo, al
fine di non creare turbativa per le persone in transito ed anche per preservare l'incolumità dei
manifestanti e degli automobilisti, ha esortato i manifestanti a non proseguire oltre, invito al quale
non hanno ottemperato. Infatti gli stessi, incuranti dell'ammonimento avanzatogli e dello
sbarramento effettuato, forzavano il cordone di sicurezza approntato ed occupavano la SS 16.
continuando il corteo fino alla stazione ferroviaria, esplodendo anche alcuni petardi ed accendendo
fumogeni. Solo la pronta rimodulazione dei servizi di ordine pubblico ha permesso di evitare
pericoli per la sicurezza stradale e per gli stessi manifestanti.

L'attività di indagine intrapresa dalla DIGOS della Questura di Teramo, anche con il supporto di
videoriprese effettuate sul posto dal personale della Polizia Scientifica, ha permesso di identificare 7
soggetti, appartenenti alla locale area anarchica e delle province vicine, denunciandoli alla
competente Autorità Giudiziaria per le ipotesi di reato di Art 18 TULPS (manifestazione non
autorizzata, nella fattispecie il corteo lungo le vie cittadine). Art.5 bis L. 152/75 (accensione di
artifizi pericolosi nel corso di manifestazioni pubbliche) e Artt. 337 e 33 l ) c.p. (resistenza a pubblico
ufficiale aggravata).

Commenta

Commenti

IMPARIAMO A MANIFESTARE
e riconciliamo i punti di vista in conflitto.
La vostra protesta è giusta, è molto giusta e condivisibile. Tuttavia non posso non ricondarvi che ANARCHIA non significa, solo, passare con il rosso, andare contro mano & parcheggiare sul marciapiede, come si fa sempre con il monopattino!
Quel che si dice
Aznavour