Salta al contenuto principale

Teramo: Lo strano debito fuori bilancio relato dall'ass. Core....

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Prima un ripassino.

Dispositivo dell'art. 194 TUEL

1. Con deliberazione consiliare di cui all'articolo 193, comma 2, o con diversa periodicità stabilita dai regolamenti di contabilità, gli enti locali riconoscono la legittimità dei debiti fuori bilancio derivanti da:

  1. a) sentenze esecutive;
  2. b) copertura di disavanzi di consorzi, di aziende speciali e di istituzioni, nei limiti degli obblighi derivanti da statuto, convenzione o atti costitutivi, purché sia stato rispettato l'obbligo di pareggio del bilancio di cui all'articolo 114 ed il disavanzo derivi da fatti di gestione;
  3. c) ricapitalizzazione, nei limiti e nelle forme previste dal codice civile o da norme speciali, di società di capitali costituite per l'esercizio di servizi pubblici locali;
  4. d) procedure espropriative o di occupazione d'urgenza per opere di pubblica utilità;
  5. e) acquisizione di beni e servizi, in violazione degli obblighi di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 191, nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l'ente, nell'ambito dell'espletamento di pubbliche funzioni e servizi di competenza.

2. Per il pagamento, l'ente può provvedere anche mediante un piano di rateizzazione, della durata di tre anni finanziari compreso quello in corso, convenuto con i creditori.

3. Per il finanziamento delle spese suddette, ove non possa documentalmente provvedersi a norma dell'articolo 193, comma 3, l'ente locale può far ricorso a mutui ai sensi degli articoli 202 e seguenti, nonché, in presenza di piani di rateizzazioni con durata diversa da quelli indicati al comma 2, può garantire la copertura finanziaria delle quote annuali previste negli accordi con i creditori in ciascuna annualità dei corrispondenti bilanci, in termini di competenza e di cassa. Nella relativa deliberazione consiliare viene dettagliatamente motivata l'impossibilità di utilizzare altre risorse...


Che cosa ha relato l'ass. Core in Commissione come proposta di deliberazione per il prossimo consiglio comunale?
Il riconoscimento per un presunto debito fuori bilancio per oltre 13 mila euro che evidentemente è stato dimenticato nelle pieghe e piaghe dei numeri come compenso del personale per i piani di attività del 2016 ( era Brucchiana).
Tutto trasmesso al nucleo di valutazione da verbale il 14 Aprile del 2021.
Una storia di cinque anni fa.
Il collegio dei revisori dei Conti?
Ricorda una sentenza della Corte dei Conti della Lombardia dal sapore analogo che riteneva che tale impostazione non fosse coerente con le ipotesi alla base della richiesta di parere".
Chi voterà questo provvedimento in consiglio comunale?
 

Commenta

Commenti

In Provincia fanno di peggio, non c'è nessuno nemmeno che relaziona ma votano tutti!

basta fare le multe ( ne bastano 350) a tutte le auto in divieto di sosta e problema risolto...