Salta al contenuto principale

Video: Diventano virali le "corna" dell'editore di Super J ....

di Giancarlo Falconi
3 minuti

I cafoni quelli veri sono i tiratori di fune di Ignazio Silone e quella Fontamara che racconta di lavoro, fatica, fango, sangue e dignità del sole.
Fontamara.
Il primo romanzo dello scrittore Secondino Tranquilli nato a Pescina il 1 Maggio del 1900.
La festa dei Lavoratori, appunto. 
Qui mi fermo perchè non vorrei annoiare al secondo rigo la lettura del Signore editore ( scritto con la lettera piccola) di Super j che su google compare a stento come Filippo D'Antonio, forse Di Antonio o Dantonio.
Qui mi fermo perchè forse nessuno dei tre.

La mia epigrafe di imbarazzo non è dedicata ai cari colleghi di LaQtv o Rete Otto che hanno subito la maleducazione del non conosciuto D'Antonio, Di Antonio o Dantonio ma ai colleghi di Super j e al loro coraggio di lavorare ogni giorno con una persona che alza il dito medio, mostra le corna come valori e trofei; con una persona che offende il lavoro di giornalisti e tecnici ostacolando un servizio di cronaca tutelato dalla Costituzione e dal rispetto verso il prossimo.

Il direttore di Super J Alessandro Di Emidio per codice deontologico dovrebbe subito prendere le distanze dal proprio editore ed esprimere solidarietà ai colleghi. 

Tutto si trasferirà in altre sedi ma ciò che rimane è un video che andrebbe vietato ai bambini, agli adulti, agli anziani, alle persone fragili, a chi si emoziona per un Buongiorno, a chi crede nella buona educazione.
Filippo D'Antonio, Di Antonio o Dantonio non si è ancora scusato, anzi ha pubblicato con la fierezza del cavaliere senza destriero, di un Don Chiosciotte senza sogni, di un Barone rampante senza albero, le corna ed altre qualità.

Oggi D'Antonio, Di Antonio o Dantonio ha tracciato una netta differenza.
Da una parte i Don Mariano, dall'altra parte chi non è un Uomo di cultura, di stile, di eleganza, di costume e vari colori.

Chi ha gettato la maschera.

"Io ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l'umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz'uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà… Pochissimi gli uomini; i mezz'uomini pochi, ché mi contenterei l'umanità si fermasse ai mezz'uomini… E invece no, scende ancor più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi…E ancora più giù: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito… E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre… Lei, anche se mi inchioderà su queste carte come un Cristo, lei è un uomo…»

(don Mariano Arena al capitano Bellodi)

Guardate questo video https://www.youtube.com/watch?v=rtsJrMtMmNc

Commenta

Commenti

Incredibile. Se fossi un giornalista di Super J mi dimetteri all'istante. Oppure, meglio, pregherei il soggetto di vendere la TV e lasciare un campo che non lo riguarda assolutamente....

NO COMMENT

Non ho parole...............

D'accordissimo, però... don Mariano Arena è un padrino. Meglio non stare dalla sua parte.