Salta al contenuto principale

Teramo. Gli appartamenti di via Longo trasformati in una "Comune". Grigliate nei salotti, musica, spaccio e consumo di droga...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Polizia Locale ancora in azione nelle palazzine di via Longo. Non è passato molto tempo dall'ultima bonifica degli stabili ad opera del Nucleo Operativo Antidegrado della Polizia Locale di Teramo che si è dovuto ricorre all' ennesimo intervento, sollecitato dalla comprensibile apprensione dei residenti.

Questa volta  gli agenti si sono trovati davanti   una sorta di "comune", un intero piano sul quale erano state attrezzate delle rudimentali  dependace (con tanto di stereo in camera)  i cui elementi rinvenuti all'interno conducono a noti individui nell'ambiente della tossicodipendenza. Non solo, nella  palazzina al civico 11 vi erano resti di vere e proprie grigliate organizzate al chiuso con tanto di barbecue, oltre che bombole  a gas per cucinare e rudimentali allacci alla rete elettrica. Per il resto, il fatto che gli stabili fungano  da abituale luogo di convegno da parte di persone che si danno al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti ormai pare non faccia più notizia.

Il perdurare e l'aggravarsi di questo fenomeno d'altronde era già stato previsto  risultando alquanto pleonastiche le misure adottate dal Comune per evitare intrusioni negli stabili sgomberati. Transenne facilmente bypassabili, pannelli in legno amovibili, porte e finestre non murate consentono a chiunque di accedere negli appartamenti non usabili dagli ex storici residenti.
Della grave situazione di degrado riscontrata dalla polizia locale è stata informata l'Autorità Giudiziaria competente e l'ente proprietario degli stabili. ossia il Comune di Teramo il quale, si spera, provveda definitivamente a murare il sito...

Commenta

Commenti

La cosa più brutta è che non mi hanno nemmeno invitato, ci sono rimasto male

demolire il tutto no eh? Acefalia galoppante tra i due fiumi.

Che orrore

A che ora?

La responsabilita' principale è da addebitarsi all'amministrazione Brucchi e all'assesore di riferimento Cozzi. Hanno tolto i residenti senza aver un progetto serio, tant'è che è stato stralciato dall'amministrazione D'Alberto. All'epoca qualche giornalista si è informato sul fantomatico progetto Housing Sociale dell' amministrazione Brucchi?

Ma ci vuole tanto dare tutto in permuta a qualche immobiliare tosta??

Praticamente un rave???😉......