Salta al contenuto principale

Teramo: Finalmente garantita e tutelata la dignità dei disabili nel cimitero di Cartecchio

di Giancarlo Falconi
1 minuto

I disabili a Teramo avranno maggiore accesso tutelato e sorvegliato nel cimitero di Cartecchio:

La prima cosa che avevamo chiesto al neo presidente di Teramo Ambiente, Sergio Saccomandi e al cda, Gianni Falconi e Christina D'Antonio.
L'impegno di Emiliano Carginari, consigliere comunale con delega alla Teramo Ambiente e la nuova ordinanza del sindaco di Teramo, Gianguido D'Alberto, hanno quasi cancellato anni di una ordinanza barbara e incivile.

Sono stati infatti ampliati orari e giorni di accesso al cimitero di Cartecchio per i diversamente abili. Il Sindaco Gianguido D'Alberto e all’assessore Ilaria De Sanctis, all'approssimarsi della ricorrenza della commemorazione dei defunti, hanno inteso estendere anche ai giorni prefestivi e festivi la possibilità di accesso alle categorie più fragili con proprio mezzo munito di regolare contrassegno.

Dando seguito a ciò, pure per interessamento del Consigliere Emiliano Carginari, la Teramo Ambiente ha ampliato e integrato l'orario di apertura già disposto nei giorni passati, estendendolo appunto ai prefestivi e festivi. Il calendario settimanale degli ingressi per le auto, pertanto è il seguente:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 12:00;
  • il venerdì anche dalle ore 13:30 alle ore 15:30;
  • il sabato dalle ore 8:00 alle ore 12:00 e dalle 14:30 alle ore 16:30;
  • la domenica dalle ore 8:00 alle ore 12:00 e dalle 14:30 alle ore 16:30;

Tale disposizione sarà garantita a partire da domenica prossima 17 ottobre.

Il Sindaco rimarca come: “Dopo tante richieste, e ora che la situazione si è stabilizzata e ordinata, abbiamo ritenuto, come d’altronde avevo già fatto in precedenza, di allargare ulteriormente orari e opportunità, consentendo alle fasce più deboli di entrare con maggiore frequenza al cimitero. La tutela dei cittadini più fragili si attua con la certezza della garanzia dei loro diritti, come abbiamo voluto assicurare anche in questo caso”.

Commenta

Commenti

In un Paese civile non dovrebbe esserci differenza di orario alcuna tra categorie diverse di utenti.
Segnalo che resta tuttavia sempre non garantito l'accesso alle persone con difficoltà di deambulazione (non disabili in senso stretto).
In attesa delle agognate auto elettriche sarebbero sufficienti un paio di sedie a rotelle.
Covid permettendo.

Pascal ti do una buona notizia. Questa mattina è stata consegnata e sarà subito a disposizione una nuova car elettrica per tutti quegli utenti (anche se il termine non mi piace molto) con le difficoltà di cui parli. E sarà un servizio sempre garantito. Ti invito a venire domattina e sono certo che anche tu come già in molti, apprezzerai. Un saluto