Salta al contenuto principale

Quasi 5 ore di fila. Hub Vaccinale di Colonnella. Le scuse dell'asl di Teramo...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Prima di tutto la storia, la verità raccontata da una utente dell'asl di Teramo.

"Per fortuna che hanno dato un orario ...per non creare assembramenti...stare in fila obbligata.. dalle 17...ad ora 21:40...avendo il numero 992...con oltre 150 persone avanti.(stanno chiamando 875)...arrivati quasi allo sportello con 20 persone in attesa..che succede?..hanno finito i vaccini..bisogna aspettare che arrivino da Teramo...OTTIMA ORGANIZZAZIONE. ...

Ma perché non avete lasciato che il comune facessero tutti i vaccini come hanno fatto fino alla settimana scorsa?...erano organizzati perfettamente senza nessuna attesa nel nostro comune di Campli..,".

La risposta dell'asl di Teramo?
 

"Ci dispiace di quanto accaduto oggi all'hub vaccinale di Colonnella. I sindaci hanno ragione: ci scusiamo con i cittadini per i disagi che si sono verificati. Porremo riparo già da domani, migliorando l'organizzazione e pianificando ancor meglio la campagna vaccinale in Val Vibrata. Più in generale oggi è stato raggiunto un grande risultato: con tremila somministrazioni la Asl ha contribuito al raggiungimento degli 11mila vaccini della Regione Abruzzo".

Cara asl di TEramo, ci permettiamo di sottolineare qualche punto.
1) Quando si chiede scusa si chiede scusa.
Senza scuse.
A chi è stato in fila per quasi 5 ore con tante altre persone in assembramento, poco interessa degli 11 mila vaccini.

Imbarazzo e vergogna.


2) Sapete perchè i sindaci hanno ragione?
Perchè con l'esperienza dei tamponi e dei primi vaccini, avrebbero potuto gestire la situazione senza alcun problema come farà Sabato e Domenica, il comune di MOntorio.
Perchè non è stata data a tutti la stessa possibilità distribuendo le giuste dosi di vaccino ai piccoli centri?
3) Nessun miglioramento della pianificazione. Ieri non c'è stata pianificazione. Ieri l'asl di Teramo ha toccato il fondo ma a pagare sono stati sempre gli utenti.

Altro che scuse.







 

Commenta

Commenti

È più di un anno che stiamo chiusi in casa... Adesso dobbiamo lamentarci per 5 ore di fila all'aperto...

Ma vi stupite di cosa esattamente?

Immagini e video rimarranno per sempre a testimonianza di una pagina vergognosa della provincia di Teramo.
Grazie alla stampa.