Salta al contenuto principale

Turni degli Operatori Sanitari asl Teramo. Sindacati contro sindacato....

di Giancarlo Falconi
4 minuti

A seguito di quanto denunciato dalla segreteria territoriale del Nursind, con nota inviata alla direzione della ASL di Teramo in data 29/10 c.a., nella cui missiva, con toni oltraggiosi, si vuol far passare la maggior parte dei Coordinatori incaricati, a vario titolo, come gli unici responsabili del mancato rispetto di dettami contrattuali e normativi, nei confronti degli operatori e del malcontento diffuso tra gli stessi, le scriventi segreterie esprimono tutta la loro indignazione per quanto asserito dal Nursind, sindacato che, essendo di categoria, dovrebbe ampiamente conoscere la carenza organica in cui versa la ASL di Teramo, nei confronti della quale le scriventi hanno sempre chiesto l'avvio di procedure concorsuali al fine di dotare la ASL di personale a tempo indeterminato.
Appare evidente la strumentalizzazione che questa sigla sindacale pone su questioni così delicate come il lavoro a turni, la concessione delle ferie ecc., nei confronti delle quali non si registrano passaggi a favore di assunzioni celeri per effetto della stabilizzazione Covid o dalle graduatorie concorsuali che, come nel caso di quella degli Infermieri, risulta ancora inudlizzata.
In virtù di ciò, le esprimono profondo rammarico nei confronti dell'azione sindacale messa ln atto dal Nursind, azione che individua i Coordinatori come i primi responsabili di una situazione che si trovano, loro malgrado, incolpevolmente a dover facendo fronte quoddianamente a mille difficoltà. In conclusione, ci saremmo una presa di posizione da parte dell'Ordine degli Infermieri in merito, ma questa, si sà, è una triste storia.
 
FP CGIL AREA SANITÀ'
f.to Marco Di Marco
Per le Segreterie Territoriali
    CISL FP                                     UIL FPL     
f.to Marco De Febis              f.fo Massimiliano Bravo



La Nota del NUrsind.

A seguito delle numerose segnalazioni pervenute alla scrivente segreteria Territoriale NurSind siamo costretti a denunciare la scorretta gestione da parte di numerosi IFC ed ICI, talvolta su indicazione dell’ICO, della turnistica mensile. 
 
 Infatti, alcuni IFC ed ICI predispongano turni di servizio mensili in ritardo rispetto alla scadenza prevista del 20 del mese precedente senza tener conto del debito orario mensile, con un debito orario programmato, così come succede per lo straordinario. Inoltre, sempre più frequentemente vengono assegnate ferie d’ufficio senza aver in alcun modo cercato di concordare con il dipendente tale assenza, modalità operativa usata anche per le ore di recupero che i dipendenti hanno accumulato in banca ore.  
 
 Il lavoro a turni costituisce un fattore di rischio per la salute, i disturbi più frequenti sonoi disturbi del sonno, la fatica cronica, le patologie gastrointestinali, le patologie cardiovascolari, i disturbi mestruali, la Minor fertilità, un maggior numero di aborti spontanei e parti prematuri. Per evitare gli effetti negativi del lavoro a turni lo stesso debba essere il più possibile fisso e continuo, avere cicli composti da turnazioni brevi, limitare il numero consecutivo di notti, avere almeno 24 ore di riposo dopo il turno di notte. 
 
È del tutto evidente come una turnistica irregolare abbia degli effetti negativi sul personale coinvolto e che detto comportamento contrasti i dettami normativi e contrattuali oltre che essere vessatorio nei confronti dei colleghi costretti a subire tale programmazione che mina il benessere organizzativo delle varie UU.OO. creando notevoli disagi tra gli operatori. 
 
 Pertanto, sicuri di interpretare in maniera univoca la vision aziendale, consapevoli del grandissimo stress da lavoro correlato che tutti i colleghi hanno sviluppato durante il periodo pandemico ed a causa dell’oramai cronica carenza di personale che affligge la nostra ASL, chiediamo che gli IFC, gli ICI e gli ICO siano più attenti al rispetto dei dettami normativi e contrattuali oltre che più orientati ad una gestione della turistica più regolare rimanendo a disposizione per un confronto, salutiamo cordialmente.

Commenta

Commenti

La prima lettera cosìera? Un tema di un bambino delle elementari? La seconda il solito piagnisteo di una casta, quella degli infermieri, che da anni non fanno un...