Salta al contenuto principale

Teramo. Chiuso dai Carabinieri laboratorio artigianale che produceva borsette. Tre lavoratori in nero e problemi di sicurezza.

di Giancarlo Falconi
1 minuto

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Teramo, unitamente ai Carabinieri dell’Arma Territoriale, hanno effettuato una attività ispettiva presso un laboratorio artigianale ove si producono borsette.

A seguito del controllo sono emerse gravi irregolarità per cui i Carabinieri hanno provveduto a sospendere l’attività. In particolare è stata accertata: la presenza di 3 lavoratori “a nero” su un totale di 15 dipendenti; l’irregolarità per quanto attiene la sorveglianza sanitaria e la formazione dei lavoratori; l’assenza dei requisiti di sicurezza dei luoghi di lavoro e la pulizia degli stessi; la mancata consegna dei dispositivi di protezione individuale ai lavoratori; la mancata valutazione del rischio elettrico.

Come detto l’attività di produzione è stata sospesa e il titolare è stato sanzionato per un totale di euro 21.000, segnalato nel contempo all’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri continueranno tali servizi di controllo in tutto il territorio della Provincia di Teramo al fine di assicurare le massime condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro e nel contempo rilevare le situazioni di irregolarità sia per quanto concerne le assunzioni che per quanto attiene la corretta osservanza delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

Commenta

Commenti

SFRUTTAMENTO A TEMPO INDETERMINATO!
INSICUREZZA & PROFONDO NERO caratterizzano, PURTROPPO, quasi tutti i cosiddetti "laboratori artigianali" della

Nostra Provincia.
PURTROPPO 15 (quindici) Lavoratori, tornando a casa, non avranno il coraggio di dirlo ai loro figli !
Com'è triste Venezia
Aznavour

Scrive Aznavour: “PURTROPPO 15 (quindici) Lavoratori, tornando a casa, non avranno il coraggio di dirlo ai loro figli !”

Se uno di questi 15 lavoratori si fosse fatto male, cosa avrebbe raccontato a casa? Il lavoro nero crea disoccupazione, crea false illusioni e false aspettative.
Ancora all’alba del 2023 mandiamo avanti questa cultura del sommerso. Basta, un Paese in crisi ha bisogno di un cambiamento e questo cambiamento passa necessariamente dalla legalità

Proprio adesso che stavano per avere il bonus di 3000 euro? Sono proprio sfortunatissimi!