Salta al contenuto principale

Ennesimo guasto dei Mezzi Tua sulla tratta Ascoli PIceno-Sant'Egidio. Diversi studenti minorenni attendono per ore il nuovo pullman...

di Giancarlo Falconi
4 minuti

Vi raccontiamo una storia attraverso le mail di protesta di un genitore e le risposte di Tua.
La tratta interessata dei disagi dei vetusti mezzi di Tua è Sant'Egidio Ascoli PIceno.

Buon pomeriggio sono il signor xxxxxxx genitore di una minore studentessa al primo anno delle scuole superiori a Ascoli Piceno.​ Oggi l'ennesimo disaggio, ancora una volta un gruppo di ragazzi minorenni (fascia età 13/17 anni ) sono stati lasciati a piedi alle 14:15.
Causa 3° macchina rotta con la garanzia data a questi ragazzi che nel giro di mezz'ora massimo sarebbe arrivato bus sostitutivo . Alle 16:00 i ragazzi vedendo che non arrivava alcun bus hanno richiamato nuovamente noi genitori chiedendo di andarli a prenderli.
Tenga presente che stiamo parlando di ragazzi di età che va dai 13 ai 17 anni . E​ questo è il secondo episodio nel giro di un mese!
Ho provveduto nell'episodio passato a scrivere un reclamo all'ufficio competente TUA . Non ho avuto alcuna risposta...anzi nel giro di poche settimane nuovamente i nostri ragazzi si sono trovati nella stessa identica situazione.
E tutti i numeri di telefono della TUA non rispondono ...l'unico che risponde è Pescara che non è di competenza per la provincia di Teramo.​
Con​ quale numero un genitore dovrebbe interagire per qualsiasi problematica ?
Certo della sua disponibilità le auguro cordiali saluti


Le risposte di TUA.


....siamo estremamente rammaricati per i disagi patiti da Sua figlia nella circostanza, e ce ne scusiamo vivamente.
Rispetto ai tre autobus impiegati per il servizio da Ascoli Piceno a Sant’Egidio alla Vibrata il 3 novembre scorso, l’avaria incorsa a uno di questi ha fatto sì che i posti messi a disposizione degli studenti non fossero sufficienti per tutti, rendendosi indispensabile richiedere l’intervento d’emergenza di un mezzo sostitutivo.
Purtroppo, considerata la fascia oraria di punta e la località in cui il disservizio si è verificato, questa operazione è stata effettuata in tempi maggiori rispetto a quelli con cui normalmente l’Azienda riesce a intervenire in casi analoghi, la cui ridotta frequenza, peraltro, rispetto alle circa 750 corse giornaliere esercitate dalla nostra unità di produzione di Teramo, non ha comunque ripercussioni significative sulla qualità complessiva del servizio svolto.
A ogni buon conto, poiché il ritardo con cui è stato effettuato questo specifico intervento è appunto superiore a quello fissato nella nostra “Carta della mobilità” come limite per il diritto a un rimborso, l’Azienda è disponibile a valutarlo in opportuna entità sulla base dei documenti di viaggio di Sua figlia (tessera e abbonamento) che Le chiediamo in copia, insieme con le coordinate bancarie (intestatario e iban) per il relativo bonifico.


Gentile xxxxx
grazie per il suo riscontro.

La nostra Carta della Mobilità (carta dei servizi), nei casi di disservizio relativi a una singola corsa, prevede rimborso di importo pari alla tariffa del biglietto di corsa semplice > https://www.tuabruzzo.it/uploads/contents/c_59/cmb_2022_autolinee.pdf(Cap. 2.7.2.).
Tuttavia , per situazioni di particolare disagio, uso di mezzi alternativi, ecc., l’Azienda si riserva valutazioni particolari che, nel caso specifico, sono state commisurate al valore di un abbonamento settimanale 6 giorni per la tratta indicata nella tessera di Sua figlia: Sant’Egidio alla Vibrata-Ascoli Piceno (€ 11,00).
Nel rinnovarle, quindi, le nostre scuse per l’accaduto, e la nostra disponibilità alla considerazione di qualsiasi altra esigenza futura legata ai viaggi della ragazza, l’occasione è gradita per inviare cordiali saluti.

Cara Tua
I nostri complimenti per la gentilezza del funzionario Tua e la completezza delle sue risposte.
C'è un problema. Non è una questione di rimborso o di altri simili cautele.
Stiamo parlando di minori e stiamo parlando di attimi concitati in cui Tua ha dimostrato una grave falla organizzatrice.
Non si può in quegli attimi promettere l'immediato intervento per poi dover attendere ore.
Se fosse accaduto qualcosa a quei ragazzi?
Non è possibile che la tratta Ascoli Piceno-Sant'Egidio sia così sfortunata da dover registrare ben due episodi in un mese.
La soluzione?
Interventi rapidi e informazioni vere ed immediate.
Il rispetto e la responsabilità verso i minori sono una priorità di legge e di una società civile.

Giancarlo Falconi


 

Commenta

Commenti

l'efficientissima ex ARPA! scommetto che ci sarà pure un assessore regionale dedicato o no? una volta non era Morra? adesso chi è? non si parla mai dei trasporti pubblici tanto utili e necessari ma sempre con notevoli problemi

Viaggiamo per approssimazione... È un servizio pubblico sommario...