Salta al contenuto principale

La Teramo Ambiente. Gli uomini della notte e quella pulizia mai scontata...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Non entriamo nel merito del passaggio della Teramo Ambiente da compartecipata tra pubblico e privato a interamente pubblica.
Abbiamo scritto e raccolto fior di opinioni.
Vi raccontiamo da insonni di quel lavoro ripetuto e oscuro e voi direte, pagato quindi nulla di straordinario che svolgono gli operai della Teramo Ambiente.
Gli operai che sono in strada, ripeto con forza e rigore.
In strada.
Noi insonni li incontriamo ogni fine notte e prima dell'alba, in quel lasso del tempo sospeso tra i sogni profondi e i primi strati di coscienza.
Questa mattina erano ancora a Viale Bovio, lato a scendere tra i ciuffometri, i fogliametri e  i cestinometri.
A tagliare anche i ciuffi d'erba intorno agli alberi, a raccogliere le foglie di una estate talmente calda da strizzare l'occhio all'autunno, a cambiare le buste di plastica nei cestini.
Tra alcolizzati, tossici in crisi di astinenza, persone di corsa per inizio turno, fornai e panini, forze dell'ordine a due ore dal fine turno, soccorritori e tanta umanità. 
Nonostante le nostre critiche, oggi ci sentiamo di far di omaggio perchè nel popolo della notte ci sono anche loro.
Grazie. 

Commenta

Commenti

Con i teramani in vacanza la citta è molto piu pulita e e la team lavora molto meglio...

La "TERAMO AMBIENTE" dovrebbe preoccuparsi di qualificare ulteriormente il lavoro dei suoi operatori cercando di renderli più consapevoli del loro ruolo attraverso la cura di una maggiore sensibilità ecologica insieme ad una competenza professionale sempre aggiornata.

Pulizia???