Salta al contenuto principale

Caos Amministrativo. Il Comune di Teramo rischia lo sciopero dei dipendenti...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Vi avevamo lasciati in queste condizioni.

L'ass. Andrea Core, assessore al Personale che non risponde alle domande dei giornalisti sulla sua attività amministrativa, dovrebbe spiegare il motivo del ritardo nella convocazione del tavolo sindacale sulle Progressioni economiche anno 2018 con le disponibilità economiche per 63 dipendenti.
Che cosa sta succedendo?
Il rischio?
Il Giudice del Lavoro per l'ennesima brutta figura.
Perchè remare contro il proprio Personale?
Ascoltate Tonino Di Giammartino, Segretario Provinciale UIL/FPL https://www.youtube.com/watch?v=AArytlwo2WY

 

La verità?
Con l'apertura di un tavolo sindacale la possibilità di rivolgersi al giudice del lavoro viene spenta, almeno, nell'immediato.

L'abile mossa del ass. al "Padel" è l'unica fatta finora per risolvere la reale situazione con il personale e il sindaco D'Alberto dovrebbe testare l'apprezzamento dei dipendenti nei confronti del proprio assessore.
Il caos amministrativo?
In caso continuasse il perdurare della mancata convocazione del tavolo sindacale, sarà indetto uno sciopero clamoroso e assurdo per senso e utilità.
Immaginate la macchina amministrativa comunale già ingessata dall'assenza di nuove assunzioni e dai pensionamenti.
Immaginate la macchina amministrativa subissata di richieste di mobilità verso altri enti.
Il sindaco D'Alberto, forse, un giorno, comprenderà le motivazioni. 
Che farà l'Ass. Core?
Piccolo suggerimento.
Le dimissioni sarebbero un atto dignitoso...

Commenta

Commenti

mo c'e' lo freghi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

non vedo l'urgenza, prima o poi pagheranno visto che è tutto scritto......hanno per caso detto che le progressioni non saranno pagate perchè non ci sono soldi??