Salta al contenuto principale

Una buona notizia. In arrivo due auto elettriche al cimitero di Cartecchio e saranno cambiati gli orari di accesso per chi ha problemi di deambulazione...

di Giancarlo Falconi
4 minuti

Prima un riassunto dal sapore della sconfitta amministrativa




 

Era il 2016

. Scrivevamo. "Non è cambiato nulla nella Teramo in cui il Primo Cittadino, inforca una carrozzina per educare al senso del diversamente uguale. Non è mutata la sensibilità, l'intuizione, l'adattamento, l'elasticità mentale. Il diverso è diverso e va diversamente umiliato. Si parte, come dall'articolo del 2013, dal cimitero. Ieri l'ennessima umiliazione. Una persona con la Sclerosi Multipla. Il desiderio di visitare la tomba del marito. Il divieto di accesso ai disabili con l'auto dopo le 10 del mattino. Si può anche tra le 13 e le 15, giusto per saltare il pranzo e in Estate, per fare una visita bollente. Geni. Alzare quella sbarra è ritornare al muro di Berlino prima del 1989. La richiesta di un'eccezione. Avete capito bene? La raccomandazione per poter essere trattato come una persona normale. Le stesse persone normo dotate che usufruiscono del servizio navetta elettrica su e giù per il cimitero. Senza orario. Questa è Teramo che non si ribella a un regolamento anti costituzionale, che si assopisce di fronte alle violazioni dei più elementari diritti delle persone. Ditemi voi, se siamo uomini". Giugno 2018. Ci scrivono " Buongiorno Giancarlo solo tu puoi smuovere qualcosa. Ho un senso di frustrazione e fabbia indescrivibili. Oggi è il terzo anniversario della morte della mia mamma e volevo farle visita al cimitero. Essendo disabile ho provato a entrare con la mia auto come ho sempre fatto. Mi è stato impedito, i disabili possono entrare solo il sabato dalle 8 alle 12 escluso festivi. Non ci sono più neanche le macchinine che ti accompagnano perché dopo 15 anni pare non fossero omologate. Pensa se avessimo dovuto seppellirla oggi io non sarei potuta entrare!!!". Noi, non viviamo in una Città Civile.

Marzo 2019.

Il Sindaco D’Alberto ha inviato una nota alla Teramo Ambiente Spa, che come noto ha in appalto anche la gestione dei cimiteri del territorio, con la quale intima alla stessa di assicurare l’ingresso al cimitero monumentale di Teramo, ai mezzi con regolare contrassegno invalidi. L’atto del Sindaco fa seguito alle ripetute sollecitazioni verbali avanzate sin dallo scorso mese di settembre e ad una lettera inviata lo scorso 27 dicembre nella quale si sollecitava appunto l'immediata rimozione della restrizione degli accessi al Cimitero Monumentale di Teramo ai mezzi con regolare contrassegno invalidi. Dalla verifica che nulla sia cambiato, il Sindaco ha inteso ufficializzare l’istanza con una nota ultimativa, sollecitando appunto i vertici della Teramo Ambiente ad intervenire con sollecitudine, sin dai prossimi giorni, per modificare l’attuale stato delle cose. Il Sindaco, innanzitutto in considerazione del fatto che sia un diritto poter entrare al cimitero per coloro che hanno certificato di difficoltà a deambulare e un dovere per chi gestisce le strutture garantire ciò, intima alla TeAm di garantire l'accesso ai mezzi in questione almeno per quattro giornate settimanali includendo un accesso pomeridiano nelle more dell'attuazione da parte della stessa società di soluzioni alternative che garantiscano comunque l'accesso costante e regolare.

Ottobre 2021.

Ha compreso sindaco D'Alberto tutta la nostra delusione per la vostra lentezza?
Un pò come per la Cittadella della Ricostruzione tanto annunciata o per piazza Dante o ancora, per il caso Tercoop, il Pef e per tutto il resto.
Lo capisce che Teramo ha bisogno di un'altra marcia nel suo esecutivo?
Due anni e sei mesi dalla sua presa di posizione e ancora nulla.
Ancora quella tremenda ordinanza.
Noi continueremo a rivendicare il ritiro dell'ordinanza con il libero accesso al cimitero per tutti anche attraverso un personale finalmente formato.
IL nostro ringraziamento?
Al dott. Ivan Di Cesare, presidente del Collegio sindacale della TEramo Ambiente; al consigliere comunale Emiliano Carginari e alla sua sensibilità; all'ass. Ilaria De Sanctis, la migliore nella Giunta D'Alberto perchè risponde semplicemente alle domande e non censura i giornalisti.
Piccole cose che aiutano la democrazia di persone che vengono pagate con i soldi pubblici e gestiscono la cosa pubblica, vero ass. Core?
 

Commenta

Commenti

In arrivo.....
.... quando????

Ancora chiacchiere?
1 giorno?
1 settimana?
1 mese?
1 anno?
Gradiremmo sollecitudine e, soprattutto, tempi definiti e .... certi....!