Salta al contenuto principale

Costa teramana. La sorella rischia il coma etilico. Fratello filma dipendente di uno chalet che vende alcol a minori e denuncia tutto....

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Piccoli investigatori crescono e piccoli minori si vendicano.
Luca ha 13 anni e una sorellina di quasi 15. Tutto è avvenuto nella serata di venerdì lungo un comune della costa teramana  quando una telefonata di genitori amici aveva avvertito la sua famiglia che Carla era insieme ad altri ragazzi minorenni aveva fatto abuso di alcol. Luca ha seguito la mamma in auto, ( il padre era fuori per lavoro) e raggiunto la sorella.
Il solito via vai di autoambulanze e il racconto confuso di quei cicchetti che fanno girare la testa.
La lunga serata si è conclusa a casa tra tensioni, amarezze e tanta preoccupazione.
La sorpresa finale?
Luca e due suoi amici nel tardo pomeriggio nel giorno dopo hanno fatto ritorno in bici nello chalet incriminato, riprendendo con degli occhiali dotati di telecamere e con i telefonini degli amici, la vendita di alcolici a minori filmando se stesso e quei dieci euro della paghetta.
Il racconto alla madre e la promessa di denunciare tutto alle Forze dell'Ordine.
I danni dell'alcol sui minori ( come negli adulti) è un fatto noto.
Provoca danni cellulari a molti organi tra cui il cervello, il fegato, lo stomaco e il cuore, producendo perdita di coordinamento e orientamento, diminuzione della memoria e rischio incrementato di incidentalità stradale ma l'atteggiamento di Luca ( comprensibile)  andrebbe stigmatizzato perchè le segnalazioni vanno semplicemente fatte alle forze dell'ordine che provvederanno in sicurezza ai controlli e alle sanzioni di legge. (articolo 689 del Codice Penale. Nel caso di vendita ai minori di 16 anni è previsto l'arresto fino a un anno. Per la vendita ai minori di età compresa fra i 16 e i 18 anni, è prevista una sanzione pecuniaria che va dai 250 euro ai 1.000 euro.)


 

Commenta

Commenti

D accordo a denunciare la vendita di alcool ai minori...a parte che andrebbero denunciati tutti anche i supermrrcati ma la domanda è un' altea. Perche i minori comprano alcool? Una volta si compra una coca cola o aranciata o un gelato. Perrche un minore deve bere alcolici?

Il giovanissimo andrebbe pubblicamente premiato (soldi o mini vacanza)

E la ragazza minorenne che beve fino al coma nn ha responsabilità??

Invece per le altre sostanze, quasi tutte meno dannose dell’alcol, vi sono decine di migliaia di segnalazioni e arresti e conseguenti danni materiali e traumi a persone che semplicemente vogliono scegliere la loro sostanza. La legge e gli atteggiamenti che stigmatizzano e discriminano le persone in base alle loro scelte andrebbero cambiati.

Inoltre il coma etilico non è cosa da minimizzare. Minimizzereste un’overdose da oppiacei?

Occhiali dotati di microcamera in possesso di un tredicenne????

Un applauso a Luca. Se ci fosse la certezza dei controlli e della relativa pena non ci sarebbero i " barman/ commercianti" senza scrupoli!!! E se si trattasse di un loro figlio/a?

Fategli chiudere il locale per 30 giorni e una Bella Sanzione Amministrativa.... Vedrete che impareranno per la Prossima Volta.....

OK, NON SI DEVE VENDERE ALCOOL AI MINORI PERO' I MINORI NON DOVREBBERO ACQUISTARLO...