Il Corrosivo...Honi soit qui mal y pense

di Elso Simone Serpentini

Il Corrosivo...Honi soit qui mal y pense

commenti
2

Chiodi, un fallimento annunciato

di Christian Francia

Sono otto anni, dalle elezioni comunali di Teramo del 2004 alle quali sostenni il sempre rimpianto (politicamente, s'intende) Lino Befacchia, passando per le elezioni regionali del 2008 alle quali appoggiai convintamente Carlo Costantini, sino ad oggi, otto anni che combatto una battaglia precisa e spesso solitaria contro il sistema di potere Tancredi-Chiodi. Sono da sempre persuaso che tale sistema di potere conduca Teramo e l'Abruzzo alla decadenza e non alla prosperità. Il tempo inizia a far trasparire ciò che la bella faccia di Chiodi non lasciava intravedere: che sotto il vestito non c'è niente, quantomeno di utile per l'Abruzzo, se non di pernicioso (il tempo e le inchieste giudiziarie ci diranno se ho ragione). Registro però con estremo piacere una consonanza integrale fra il mio pensiero e quello del molto più autorevole direttore del quotidiano Il Centro Sergio Baraldi.