Il libro della Domenica: Lolita

14
gennaio
2012
di I due Punti

Ossessione. Passione. Possessione. Amore? Si può amare una persona nutrendo un sentimento ossessivo fino a diventare morboso? La mia risposta è si. L’ amore è ricco di sfaccettature, alcune anche malate, forse è proprio questo il caso. Humbert uomo ormai con una vita ben formata alle spalle, farebbe di tutto per Dolores, la SUA Lolita. La sua Musa, la sua dea che domina i pensieri e soprattutto i sogni.
 Se dovessimo denunciare la storia di questo libro, potremmo denunciarla per pedofilia, ed è così che infatti siamo abituati a chiamarla, ma non so. Humbert è davvero solo questo? Un pedofilo?
Se davvero così fosse, chi mi spiega perché nonostante tutto, dopo aver letto il romanzo, di Humbert nei miei pensieri rimangono delicatezza e fascino ? Probabilmente Nabokov con la sua scrittura - che a volte diventa pura lirica -  narra i fatti velatamente, senza mai scadere nella volgarità.
 Un romanzo inquietante, ma bellissimo. Nabokov ha una scrittura penetrante, poetica ed è in grado di emozionare il lettore. Vi consiglio davvero di gustarvi questo libro inimitabile, senza età.
Lasciatevi affascinare dalla storia, ma soprattutto dalle parole di questo scrittore, saggista, critico letterario, entomologo, drammaturgo e poeta russo. Nabokov è stato tutto questo.
“Lolita luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta delle lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Era Lo, semplicemente Lo al mattino, ritta nel suo metro e quarantasette con un calzino solo. Era Lola in pantaloni. Era Dolly a scuola. Era Dolores sulla linea tratteggiata dei documenti. Ma tra le mie braccia era semplicemente Lolita”.

Di Lolita sono stati girati due film: il primo nel 1962 diretto da Stanley Kubrick e l’altro più recente del 1997diretto da Adriane Lyne.
(Nabokov Vladimir, “Lolita”, pp. 395, Adelphi euro 11,00)

Viviana Zechini
 

condividi

7:07
— del —
15
gennaio
2012
Un mondo
GRande Segnlazione. Ieri sera ho riniziato la lettura. Un mondo nascosto. Grazie.
21:09
— del —
14
gennaio
2012
pestebubbonica
libro letto più volte direi immensa tenereza, la versione del film con Jeremy Irons è meravigliosa

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.