Teramo: Quasi mille famiglie senza la mobilità in deroga. Perchè?

2
ottobre
2013
di Giancarlo Falconi

L'ennesima segnalazione sul ritardo dei pagamenti, della Mobilità in deroga dell'area sisma di Teramo, che riportiamo fedelmente.

"Perchè i pagamenti sono bloccati a marzo 2013 e nè l'Inps nè l'Uff. Provinciale del Lavoro rispondono alle quasi 1000 famiglie senza sussidio da 6 mesi?
COSA STA SUCCEDENDO?..........
Bossa dice che i soldi ci sono ma è l'ufficio del lavoro che non trasmette gli elenchi.
L'ufficio del lavoro dice che è un problema dell'Inps.
Nella home page Inps servizio on line scrivi una mail e ti chiamano al telefonino per rispondere e poi smentiscono."

Abbiamo provato a seguire lo stesso percorso della cittadina teramana.
Stesso risultato. Stessa desolazione. Stesso senso dell'abbandono.
Che fare?
Chi ci risponde?
Torno subito...

condividi

16:04
— del —
28
ottobre
2013
roberto
sono in mobilità in deroga da aprile 2013 e finirò a dicembre 2013 avendo più di 55 anni.
Mi sono stati erogati, dopo varie contestazioni e mille telefonate all'Ente competente di Pescara, solo fino al 9 luglio 2013.
Mancano ancora tre mesi alla data di oggi e presumo che lo spettante fino a dicembre 2013, se vanno avanti così e se sarò fortunato mi sarà pagato almeno a meta 2014.

Non ci sono nè domande nè risposte a questo problema, è un fenomeno tutto italiano.

Persone messe in posti di responsabilità pubbliche per raccomandazioni politiche e non per capacità personali, per non parlare dello scarica barile che fanno da un ufficio ad un altro e la burocrazia che intercorre fra loro.

Una domanda però l'avrei .... ma alla regione abruzzo chi ci lavora come mai tutti i mesi prendono lo stipendio.

Gente che sà di avere un posto di lavoro fisso e che mai perderà intento solamente a guardare l'orologio quando potrà uscire dall'ufficio.

Esistono persone corrette ma sono mosche bianche, soffocate da inetti incapaci e menefreghisti.

Spero un giorno che quello che stiamo passando tutti noi possa ricadere anche su di voi ,così riuscirete a capirne la tragedia ed il disagio.

Vergogna....vergogna!!!!
16:04
— del —
21
ottobre
2013
Anonimo
Teramo: Quasi mille famiglie senza la mobilità in deroga. Perchè?
2
ottobre
2013
di Giancarlo Falconi

L'ennesima segnalazione sul ritardo dei pagamenti, della Mobilità in deroga dell'area sisma di Teramo, che riportiamo fedelmente.

"Perchè i pagamenti sono bloccati a marzo 2013 e nè l'Inps nè l'Uff. Provinciale del Lavoro rispondono alle quasi 1000 famiglie senza sussidio da 6 mesi?
COSA STA SUCCEDENDO?..........
Bossa dice che i soldi ci sono ma è l'ufficio del lavoro che non trasmette gli elenchi.
L'ufficio del lavoro dice che è un problema dell'Inps.
Nella home page Inps servizio on line scrivi una mail e ti chiamano al telefonino per rispondere e poi smentiscono."

Abbiamo provato a seguire lo stesso percorso della cittadina teramana.
Stesso risultato. Stessa desolazione. Stesso senso dell'abbandono.
Che fare?
Chi ci risponde?
Torno subito...

tags: deroga, Inps, mobilità, Teramo, Ufficio Provinciale del lavoro, La voce
Share on facebook Share on print Share on twitter Share on email More Sharing Services
condividi
15:03
— del —
3
ottobre
2013
Pasquino
Mi sono limitato a fornire una oggettiva infomazione, e ciò non è una offesa ai temporanei esclusi dal provvedimento in questione che hanno il diritto sacrosanto ad essere liquidati nel minor tempo possibile.
L'invito a verificare, non è un'accusa allo stimatissimo Falconi, ma è un consiglio a chiunque utilizza i mezzi di comunicazione. Al giorno d'oggi è necessario essere seri, e possibilmente non versare benzina sul fuoco, in quanto la confusione e il chiacchiericcio non aiutano a risolvere i problemi.
14:02
— del —
3
ottobre
2013
Anonimo
io comungue sono stato anche stammattina al centro x l'impiego loro dicono che è tutto a posto ,anzi nn capiscono xkè nn pagano x loro anno trasmesso le liste , ieri ho parlato con …. … x telefono siccome avevo mandato un imeil a lui dietro suggerimento di ….. ,mi ha risposto al telefono è mi a detto che mi stavano risolvendo x marzo ma credimi nn ci sto a capire nulla ,che dobbiamo fare ,ho parlato con …… ……..lunedi è mi disse che cera un problema tecnico è che lo stavano risolvendo qua o dobbiamo pressare ….. che mi sembra che è uno che ascolta ho trovare altre alternative ,io mi sono rotto sto mangiando un giorno si due no tra due giorni ,mi anno abbassato la potenza l'enel tra tre giorni staccano è questo oro lo sanno ma continuano a prenderti x i fondeli ,spedendoti da un uffici l'altro ,pure stamattina sono stato a l'imps ma cera uno sciopero se trovo un passaggio ci torno domani ,ma credo che si dovrebbe parlare direttamente con ….. ma come?????
11:11
— del —
3
ottobre
2013
Giancarlo Falconi
Caro Pasquino, I Due Punti hanno pubblicato integralmente il grido disperato di una cittadina. Al limite dell'allarme sociale.

Vogliamo querelare la lettera?

Benissimo.

Non ci sono problemi.

Vogliamo dare un servizio ai cittadini?

Io ieri ho pubblicato l'intero comunicato stampa dei lavoratori dell'Inps, in via eccezionale, perchè non pubblichiamo i comunicati stampa, solo perchè credo nel loro lavoro e so, che in questo caso è la politica che fa mala informazione.

Io so che il dott.Bossa è persona validissima e molto professionale così come il Direttore dell'Inps, mi piacerebbe il loro punto di vista, la loro opinione per attuare una giusta informazione e sciogliere gli equivoci con gli utenti.

L'informazione deve essere un servizio per i cittadini.

Bisogna parlare. Comunicare.Informare.

Grazie.
11:11
— del —
3
ottobre
2013
Anonimo
Proprio ieri un concittadino è andato al centro per l'impiego per avere chiarimenti(sarà la decima visita che fà all'inps e al centro per l'impiego nel mese di settembre) gli è stato detto che trasmetteranno gli elenchi i soldi ci sono e verrà pagato il solo mese di aprile 2013.Noi siamo un gruppo di disoccupati che a turno si alternano nel chiedere informazioni e sollecitare i vari enti e tutti abbiamo pieno diritto alla mobilità valutata con esito positivo dalla regione abruzzo,convalida confermata via mail e pec fino al mese di settembre 2013.............qual'è la bugia di cui parla il Sig. Pasquino?.... che ci tratta come se fossimo non "aventi diritto e terroristi" noi possiamo incontrarci in qualsiasi sede di fronte a chiunque (compreso il Sig.Pasquino)e sottoscrivere i fatti sopra citati,non è una singola persona ma tante ,forse siamo noi i 300 ancora non pagati?Tutti di Montorio al Vomano o quasi?Abbiamo incontrato SOLO 2 DIPENDENTI inps e 3 DIPENDENTI dell'Ufficio del lavoro di Teramo che si sono OCCUPATI E PREOCCUPATI DI NOI e nonostante tutti gli sforzi a tutt'oggi questa è la situazione:IN SEI MESI SONO NATI DEI BAMBINI,SI SONO SEPARATE FAMIGLIE,DISTACCHI DELLE UTENZE,SFRATTI CON PRESENZA DI MINORI.............DOV'E' LA MENZOGNA O IL TERRORISMO DI CUI SI PARLA?
15:03
— del —
2
ottobre
2013
Pasquino
Quanto pubblicato non corrisponde a verità, addebitando, o meglio, mettendo in bocca ad un onesto e sensibile lavoratore parole mai pronunciate.
Delle 1.350 pratiche generate ai primi di settembre, ad oggi ne sono state chiuse 1.050, e in pochi giorni saranno liquidate le restanti 300.
E' assolutamente scorretto fare terrorismo in questa maniera. Prima di pubblicare una notizia, è corretto ed obbligatorio verificare.
Il verificarsi di questi atteggiamenti da la spigazione del perché nel nostro paese prospera una certa politica.
13:01
— del —
2
ottobre
2013
teramano incazzato
Chiedete a chiodi,brucchi ecc. sicuramente vi risponderanno.....invece di fare la crisi di governo ANCORA NON E' STATO FATTO ALCUN MANDATO PER IL PAGAMENTO DEL MESE DI APRILE 2013 a causa di un PROBLEMINO TECNICO l'ufficio provinciale del lavoro ha trasmesso gli elenchi 15 giorni fà ci sono gli scioperi e noi????????????????????????????????????????....."facciamo terrorismo o non abbiamo fonti attendibili"penso che se non sbloccano i pagamenti bisognerà dirla proprio tutta questa VERITA' !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! a tanto per chiarire siamo rimaste escluse solo 78 famiglie.Grazie
14:02
— del —
3
ottobre
2013
Pasquino
Mi sono limitato a fornire una oggettiva infomazione, e ciò non è una offesa ai temporanei esclusi dal provvedimento in questione che hanno il diritto sacrosanto ad essere liquidati nel minor tempo possibile.
L'invito a verificare, non è un'accusa allo stimatissimo Falconi, ma è un consiglio a chiunque utilizza i mezzi di comunicazione. Al giorno d'oggi è necessario essere seri, e possibilmente non versare benzina sul fuoco, in quanto la confusione e il chiacchiericcio non aiutano a risolvere i problemi.
13:01
— del —
3
ottobre
2013
Anonimo
io comungue sono stato anche stammattina al centro x l'impiego loro dicono che è tutto a posto ,anzi nn capiscono xkè nn pagano x loro anno trasmesso le liste , ieri ho parlato con …. … x telefono siccome avevo mandato un imeil a lui dietro suggerimento di ….. ,mi ha risposto al telefono è mi a detto che mi stavano risolvendo x marzo ma credimi nn ci sto a capire nulla ,che dobbiamo fare ,ho parlato con …… ……..lunedi è mi disse che cera un problema tecnico è che lo stavano risolvendo qua o dobbiamo pressare ….. che mi sembra che è uno che ascolta ho trovare altre alternative ,io mi sono rotto sto mangiando un giorno si due no tra due giorni ,mi anno abbassato la potenza l'enel tra tre giorni staccano è questo oro lo sanno ma continuano a prenderti x i fondeli ,spedendoti da un uffici l'altro ,pure stamattina sono stato a l'imps ma cera uno sciopero se trovo un passaggio ci torno domani ,ma credo che si dovrebbe parlare direttamente con ….. ma come?????
10:10
— del —
3
ottobre
2013
Giancarlo Falconi

Caro Pasquino, I Due Punti hanno pubblicato integralmente il grido disperato di una cittadina. Al limite dell'allarme sociale.

Vogliamo querelare la lettera?

Benissimo.

Non ci sono problemi.

Vogliamo dare un servizio ai cittadini?

Io ieri ho pubblicato l'intero comunicato stampa dei lavoratori dell'Inps, in via eccezionale, perchè non pubblichiamo i comunicati stampa, solo perchè credo nel loro lavoro e so, che in questo caso è la politica che fa mala informazione.

Io so che il dott.Bossa è persona validissima e molto professionale così come il Direttore dell'Inps, mi piacerebbe il loro punto di vista, la loro opinione per attuare una giusta informazione e sciogliere  gli equivoci con gli utenti.

L'informazione deve essere un servizio per i cittadini.

Bisogna parlare. Comunicare.Informare.

Grazie.

10:10
— del —
3
ottobre
2013
Anonimo
Proprio ieri un concittadino è andato al centro per l'impiego per avere chiarimenti(sarà la decima visita che fà all'inps e al centro per l'impiego nel mese di settembre) gli è stato detto che trasmetteranno gli elenchi i soldi ci sono e verrà pagato il solo mese di aprile 2013.Noi siamo un gruppo di disoccupati che a turno si alternano nel chiedere informazioni e sollecitare i vari enti e tutti abbiamo pieno diritto alla mobilità valutata con esito positivo dalla regione abruzzo,convalida confermata via mail e pec fino al mese di settembre 2013.............qual'è la bugia di cui parla il Sig. Pasquino?.... che ci tratta come se fossimo non "aventi diritto e terroristi" noi possiamo incontrarci in qualsiasi sede di fronte a chiunque (compreso il Sig.Pasquino)e sottoscrivere i fatti sopra citati,non è una singola persona ma tante ,forse siamo noi i 300 ancora non pagati?Tutti di Montorio al Vomano o quasi?Abbiamo incontrato SOLO 2 DIPENDENTI inps e 3 DIPENDENTI dell'Ufficio del lavoro di Teramo che si sono OCCUPATI E PREOCCUPATI DI NOI e nonostante tutti gli sforzi a tutt'oggi questa è la situazione:IN SEI MESI SONO NATI DEI BAMBINI,SI SONO SEPARATE FAMIGLIE,DISTACCHI DELLE UTENZE,SFRATTI CON PRESENZA DI MINORI.............DOV'E' LA MENZOGNA O IL TERRORISMO DI CUI SI PARLA?
14:02
— del —
2
ottobre
2013
Pasquino
Quanto pubblicato non corrisponde a verità, addebitando, o meglio, mettendo in bocca ad un onesto e sensibile lavoratore parole mai pronunciate.
Delle 1.350 pratiche generate ai primi di settembre, ad oggi ne sono state chiuse 1.050, e in pochi giorni saranno liquidate le restanti 300.
E' assolutamente scorretto fare terrorismo in questa maniera. Prima di pubblicare una notizia, è corretto ed obbligatorio verificare.
Il verificarsi di questi atteggiamenti da la spigazione del perché nel nostro paese prospera una certa politica.
12:12
— del —
2
ottobre
2013
teramano incazzato
Chiedete a chiodi,brucchi ecc. sicuramente vi risponderanno.....invece di fare la crisi di governo

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.