Giovanni Cavallari " Denunceremo il danno erariale". Insolazione per Di Stefano.

11
aprile
2012
di Giancarlo Falconi

La maggioranza era senza maggioranza. "Il numero legale del consiglio comunale è stato garantito, da una minoranza responsabile", chiosa, il consigliere comunale del PD, Lino Franceschini per voce di Giovanni Cavallari, capo gruppo del partito democratico.
Un Cavallari al gran galoppo durante il question time in consiglio comunale. Un'interrogazione che parte da un assioma predefinito: il D.Lgs. n. 150 del 27 ottobre 2009 (Decreto Brunetta) all'art. 11 comma 2° così stabilisce: "Ogni amministrazione (...) adotta un Programma triennale per la trasparenza e l'integrità, da aggiornare annualmente, che indica le iniziative previste per garantire: a) un adeguato livello di trasparenza (...);
b) la legalità e lo sviluppo della cultura dell'integrità";
al successivo comma 8° del medesimo art. 11 si prescrive che: "Ogni amministrazione ha l'obbligo di pubblicare sul proprio sito istituzionale in apposita sezione di facile accesso e consultazione, e denominata: «Trasparenza, valutazione e merito»:
a) il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità ed il relativo stato di attuazione";
 "In caso di mancata adozione e realizzazione del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità o di mancato assolvimento degli obblighi di pubblicazione di cui ai commi 5 e 8 è fatto divieto di erogazione della retribuzione di risultato ai dirigenti preposti agli uffici coinvolti."
Cavallari pone l'accento sull'obbligatorietà della pubblicazione sul sito Istituzionale.
L'Ass. Marchese parla di manutenzione del sito. Cavallari, continua con la necessità di convocare il Nucleo di Valutazione perchè ai responsabili non possono essere riconosciuti i premi di risultato. I soldi pubblici hanno  in fondo un'anima....e non vanno nel classico paradiso fiscale.
Il PS è un classico per il capogruppo del PD. L'ufficio ambiente dell'Ass. Di Stefano, ha preso una bella insolazione con il bando il sole a scuola. Cavallari fa notare, come sette dei dieci progetti non hanno rispettato i criteri del bando nazionale, perchè intesi nei plessi delle materne, di regolamento escluse.
Che aggiungere? La crema solare...
 

condividi

17:05
— del —
11
aprile
2012
spinanelfianco
Caro aliaschem'invoca, che cavolo c'entra Cavallari con il Ruzzo? O forse lei pensa che, sic et simpliciter, avere la tessera dello stesso partito equivalga all'omologazione di pensiero e azione con Giacomino Di Pietroe Manola Di Pasquale? Si figuri!
Cavallari fa il suo lavoro di consigliere al Comune, i consiglieri regionali dovrebbero farlo alla Asl, che è di loro competenza, al Ruzzo c'è un CdA che dovrebbe essere responsabile di quello che succede là dentro.
Chieda a loro, e ai loro revisori dei conti.
10:10
— del —
11
aprile
2012
IL Giudice
Ottimo pezzo e pessima figura.
10:10
— del —
11
aprile
2012
Anonimo
.....
La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo.
Certe volte trovo che assomiglia molto alla prima.

Ronald Reagan, su Chigago Tribune, 1975
8:08
— del —
11
aprile
2012
@spinanelfianco
dici che per fortuna che c'è Cavallari, ma solo al comune!!!!!
come mai il "buon" Cavallari, con lo stesso interesse, non ha sollevato la questione premi dei dirigenti al Ruzzo? forse perchè i dirigenti sono del PD? OPS pseudo PD visto che il direttore è come una bandiera!!!
O forse perchè è legato a Giacomino e alla Di Pasquale?
Per chi non lo sapesse il ruzzo è sommerso dai debiti ma i dirigenti (del PD) continuano a incassare premi da capogiro!!!
Cavallari dove sei???
4:04
— del —
11
aprile
2012
Il Merlino

Ma quale regolamento, Cavallari. Quali leggi? Quale legge? Guarderò con curiosità Teleponte. Vorrò vedere il consiglio comunale.  La notizia uscirà come al solito solo su questo sito? Che noia. Ma lei esiste? Le ripeto, si ritiri. Tanto non interessa a nessuno se i Dirigenti del comune si dividono il nostro bottino di tasse. Ha letto? Siamo i primi in Italia. Tartassati. Guardi le nostre strade. Guardi che schifo la manutenzione. Facciamo pena. E nessuno fa nulla. Teramo la città della bicicletta bucata. Grazie sindaco.

20:08
— del —
10
aprile
2012
spinanelfianco
nemmeno la Asl ha esposto il piano triennale della trasparenza, (anzi, secondo me non ce l'ha proprio!) e i dirigenti continuano tranquillamente a percepire la retribuzione di risultato.
ma se al Comune, per fortuna, c'è Cavallari che scopre gli altarini, alla Asl chi c'è?????
20:08
— del —
10
aprile
2012
nero e rosso
Cara la "Marchese del Grillo", ho l'impressione che se qualche amministratore si mostrasse, a ragione, nero con qualche dirigente, potrebbe accadere che qualche dirigente farebbe diventare, a ragione, rosso qualche amministratore. E' per questo che a mio parere finisce sempre a tarallucci e vino, con il botto del lauto premio finale.
19:07
— del —
10
aprile
2012
La Marchese del Grillo
Fossi nella Marchese sarei nera con il mio dirigente. Ma come si fa a non conoscere la legge Brunetta?
19:07
— del —
10
aprile
2012
Francesco Di Marzio
Insolazione che ridere.
18:06
— del —
10
aprile
2012

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.