ll Difensore Civico Regionale scrive a Brucchi sul Concorso illegittimo

6
aprile
2012
di Christian Francia

 Sono lieto che il Difensore Civico Regionale abbia dato seguito al reclamo presentato dal sottoscritto con riferimento alle illegittimità del Concorso esperito dal Comune di Teramo per l'assunzione a tempo indeterminato di 3 unità di personale di Categoria C1.
Il Difensore Civico infatti, nella persona dell'Avv. Nicola Antonio Sisti, ha scritto a Brucchi invitandolo a "fornire ogni dettagliata ed approfondita notizia utile" in merito a tutte le illegittimità del Concorso che ho pubblicamente reso note su questo Blog.
In particolare, l'Avv. Sisti chiede al Sindaco di Teramo chiarimenti e controdeduzioni circa "i rilievi giuridici e giurisprudenziali sull'operato" del Comune nel concorso in parola e in "riferimento alla nutrita giurisprudenza" che lo scrivente ha diffusamente citato a sostegno della propria richiesta di annullamento di tutti gli atti concorsuali.
Staremo a vedere cosa saranno in grado di controdedurre il giurisperito Maurizio Brucchi e la sua fida consulente legale sul personale Mirella Marchese (oltre alla mirabile Avvocatura comunale). Tanto più che si sono affannati a dire e a ripetere che tutto è a posto (ma va là!).
Vi terremo informati sua questa spinosa vicenda che non potrà concludersi senza conseguenze.

 

condividi

16:04
— del —
6
aprile
2012
Anonimo
Vedremo questo Difensore Civico Regionale quanta passione voglia profondere in questa vicenda. Anticipo con maliziosità alcune riflessioni: se il rinnovo della carica a Difensore Civico Regionale dipende da Chiodi o Tancredi lui acclarerà che la proceduta concorsuale si è svolta tutta regolare, se viceversa, l'incarico di Difensore Civico Regionale non dipende da questi due, avrà materiale (giurisprudenza) per smontare il corcorso di Brucchi a pezzi da un cm. quadrato. Potrebbe veramente essere un occasione per lui per crescere professionalmente soltanto applicando le leggi vigenti. E' un occasione, spero che trovi il coraggio per fare qualcosa di buono in piena legalità.
Altro esempio: ci sono giudici con le palle e giudici schierati. Spero che questo Difensore Civico abbia le palle e si schieri con i deboli, cioè con la povera gente che non solo non imbroglia nessuno, ma se volesse non avrebbe neanche le capacità. Questo è un concorso costruito per i consensi elettorali. Oltre ai tre vincitori ci sono gli idonei ai quali è stato promesso lo sfruttamento della graduatoria nell'arco di tre anni. Entreranno tutti e saranno tutti del DPL compresi loro famigliari e fin dove possono arrivare con gli amici.
Se ci sono le leggi già interpretate (giurisprudenza costante), il Difensore Civico le deve far applicare anche Brucchi, senza guardare in faccia a nessuno, altrimenti poi si vergognerà lui stesso di guardare in faccia i poveri che non sanno e soprattutto non possono farsi giustizia da soli. Lui viene pagato da tutti noi per difendere chi non si può difendere.
Saluti all'articolista e al direttore de "I due Punti".

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.